Lo Store ufficiale del Polo Museale Fiorentino | Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico, Artistico ed Etnoantropologico e per il Polo Museale della citta' di Firenze

Nessun prodotto nel carrello

Museo - Ritratti dei Duchi di Urbino

Il dittico giunse a Firenze con le nozze del 1637 fra Vittoria della Rovere, erede del patrimonio dei Duchi di Urbino dal 1631, e Ferdinando II de’ Medici.
L’opera consta di due tavole, dipinte su entrambi i lati, che dobbiamo immaginare un tempo incernierate a formare una sorta di libro. Nella parte interna esso mostrava i ritratti affrontati dei due duchi e nelle coperte i rispettivi trionfi.
La coppia ducale è rappresentata di profilo secondo la tradizione della ritrattistica dell’epoca, mutuata dai precetti della numismatica coeva. Tale scelta ha permesso all’artista di non mostrare il lato sfigurato del volto di Federico (vedi anche la Sacra Conversazione di Brera sempre di Piero della Francesca).
Alla cura lenticolare dei dettagli di derivazione fiamminga si unisce una delicata cura dei volumi dei volti affidata alla sapiente modulazione della luce.
Sullo sfondo di una natura armoniosamente ordinata dal lavoro dell’uomo, si impongono le monumentali figure dei duchi nella più efficace rappresentazione dei valori umanistici.