IL RIGORE E LA GRAZIA. NUOVE PROSPETTIVE SUL BAROCCO FIORENTINO

28,00

Il catalogo della mostra che si presenta negli ambienti appena ripristinati della Cappella Palatina di Palazzo Pitti, ha il grande pregio di recuperare il tesoro d’arte appartenuto a quella che fu la più prestigiosa Compagnia laicale d’ispirazione religiosa del Seicento toscano, San Benedetto Bianco. La storia e la spiritualità di questa confraternita sono rese note al pubblico attraverso l’analisi dei maggiori capolavori artistici che arredavano i loro spazi e, per questa occasione, letteralmente ‘salvati’ da impegnativi restauri.
Il volume ripercorre l’approfondito studio della collezione, dei testi e dei documenti che ha visto emergere importanti novità che ridefiniscono alcuni aspetti del Barocco fiorentino: sia per le opere inedite ritrovate, sia per l’approfondimento delle fisionomie di molti grandi artisti che furono membri assidui di San Benedetto Bianco (ad esempio Cristofano Allori, Vincenzo Dandini, Carlo Dolci e Volterrano).
Tra le opere restaurate e presentate nella loro nuova veste in questo volume spiccano due dipinti alluvionati di Cristofano Allori – conosciuti dagli studiosi, ma del tutto illeggibili finora – rappresentanti san Benedetto e san Giuliano che costituivano l’originaria tavola d’altare della Compagnia, lo splendido crocifisso in cartapesta di Ferdinando Tacca e la tela rappresentante sant’Antonino di Jacopo Vignali.
Oltre a tali ritrovamenti, la mostra si arricchisce anche di scoperte di studio, perché, grazie ad un accurato lavoro archivistico, i curatori e gli autori dei saggi in catalogo hanno potuto individuare documenti che descrivono gli arredi originari sia della Cappella Palatina di Palazzo Pitti che della sede storica della Compagnia in Santa Maria Novella, e ancora la paternità di dipinti e opere eseguite per San Benedetto Bianco da celebri pittori, quali Carlo Dolci, Matteo Rosselli, Jacopo Vignali, Agostino Melissi e il Volterrano, come pure rintracciare un intero fondo archivistico, quello della famiglia Zuti, cui si deve la committenza del celebre ciclo di ottagoni esposto in mostra, che presenta aspetti davvero rilevanti per la storia della città e non solo dal punto di vista storico artistico.

A cura di: Alessandro Grassi, Michel Scipioni, Giovanni Serafini

Disponibilità: Disponibile

COD: 9788883478208 Categorie: , , ,

A cura di: Alessandro Grassi, Michel Scipioni, Giovanni Serafini
Editore: Sillabe srl
Collana: Catalogo di mostra
Copertina: Brossura con bandelle
Pagine: 216
Dimensione: 24 x 28 cm
Data di pubblicazione: 2015
ISBN: 9788883478208
Peso articolo: ‎1,2 kg
Lingua: Italiano

Vedi anteprima

Ti potrebbe interessare anche

Carrello