LA “CUCINA COMUNE” DI FERDINANDO I A PALAZZO PITTI

8,00

Un palazzo come Pitti è una riserva inesauribile di sorprese: non solo oggetti, dipinti, mobili, documenti, ma anche ambienti dove le presenze che vi hanno abitato hanno lasciato dietro di sé brani di vita quotidiana tutti da scoprire. I luoghi monumentali e le collezioni museali sono ben conosciute e visitate ogni anno da migliaia di persone, ma molto rimane ancora da mostrare. Non si può, infatti, avere un’idea veritiera del palazzo, e delle ragioni che hanno spinto alla costruzione di questo complesso monumentale, se non si prendono in considerazione anche gli spazi di ‘servizio’, i bagni, le cucine, le scuderie, le rimesse delle carrozze e tanto altro. Solo così scorre dinanzi a noi la vita quotidiana di tutto quel grande organismo sociale, politico e, anche, culturale che è stata la corte granducale e poi, seppur per minor tempo, reale.
Per tale motivo la riapertura e l’inserimento nel percorso museale della Galleria Palatina di un primo lotto degli spazi utilizzati per la preparazione del cibo è qualcosa che non solo suscita una grande curiosità nell’uomo d’oggi, ma integra perfettamente la conoscenza storica che noi possiamo farci di quella vita e di questa fabbrica. L’imponenza degli ambienti creati per la preparazione dei grandi banchetti, primo fra tutti quello per le nozze di Maria de’ Medici con Enrico IV di Navarra, per le quali fu allestita una nuova cucina comune, aiutano a comprendere quale importanza questi momenti di autorappresentazione rivestissero per quei regnanti e quale fosse il lavorio per approntarli.

A cura di: Matteo Ceriana, Maurizio Catolfi

Disponibilità: Disponibile

COD: 9788883478093 Categorie: , , ,

A cura di: Matteo Ceriana, Maurizio Catolfi
Editore: Sillabe srl
Collana: Catalogo di mostra
Copertina: Brossura con bandelle
Pagine: 48
Dimensione: 21 x 21 cm
Data di pubblicazione: 2015
ISBN: 9788883478093
Peso articolo: ‎222 g
Lingua: Italiano

Ti potrebbe interessare anche

Carrello